1. Termini e definizioni utilizzati nelle Condizioni di Trasporto:
      
      “Ethiopian” or “ET” sta per Ethiopian Airlines Enterprise.
      
      “Trasporto” equivalente a "trasporto aereo", e "vettore" si riferisce a tutte le compagnie aeree, inclusa ET, che trasportano o si impegnano a trasportare il passeggero e/o il suo bagaglio al seguito.
      
      “Bagaglio registrato”indica il bagaglio che il vettore ha accettato di prendere in custodia e per il quale è stata emessa un’etichetta di identificazione bagaglio.
      
      “Code shares” identifica i voli operati da un compagnia aerea diversa da quella indicata sul biglietto.
      
      “Convenzione” può indicare sia la Convenzione di Varsavia che la Convenzione di Montreal o entrambe, a seconda dei casi.
      
      “Protocollo dell'Aia” si riferisce a un protocollo della Convenzione di Varsavia, siglato all’Aia il 28 settembre 1955.
      
      “Convenzione di Montreal” si riferisce alla convenzione per l'unificazione di alcune norme relative al trasporto aereo internazionale, che è stata concordata a Montreal il 28 maggio 1999.
      
     “DSP” sta per Diritti Speciali di Prelievo, che è l'unità di conto del Fondo Monetario Internazionale (FMI), il cui valore è definito periodicamente dal FMI sulla base del costo di acquisto di beni in diverse valute di riferimento.
      
      “Biglietto” "si riferisce a un biglietto per il trasporto di persone e bagagli, di cui queste condizioni e note costituiscono parte integrante.
      
      “Bagaglio non registrato”o “bagaglio a mano“ si riferisce a qualsiasi genere di bagaglio, compresi gli oggetti personali, che non facciano parte del bagaglio registrato. Questo tipo di bagaglio è sotto la custodia al Passeggero.
      
      “Convenzione di Varsavia“ si riferisce alla Convenzione per l'unificazione di alcune regole relative al trasporto aereo internazionale firmata a Varsavia il 12 ottobre 1929, o alla stessa convenzione come da emendamenti ratificati dal Protocollo dell'Aia, a secondo di quale delle due si faccia riferimento.

     
  2. Il trasporto a cui si fa riferimento è soggetto alle regole e restrizioni relative alla responsabilità stabilite dalla convenzione di Varsavia (e relativi emendamenti) o dalla Convenzione di Montreal, salvo che non si tratti di “trasporto aereo internazionale”, così come è definito dalle stesse convenzioni.
     
  3. Nella misura in cui non vi sia contrasto con quanto scritto in precedenza, il trasporto e altri servizi prestati da ciascun vettore sono soggetti alle:
     
    1. Condizioni indicate sul biglietto.
    2. Tariffe applicate.
    3. Condizioni di trasporto del vettore e ai relativi regolamenti che sono parte integrante del contratto (e sono disponibili a richiesta presso gli uffici del vettore), fatta eccezione per il trasporto tra una località degli Stati Uniti o del Canada e qualsiasi destinazione al di fuori di essi, nel qual caso si applicano le tariffe in vigore in quei paesi.
       
  4. Il nome del vettore può essere abbreviato sul biglietto, ma il nome completo e la sua abbreviazione saranno entrambi espressi nelle tariffe del vettore, nelle condizioni di trasporto, nei regolamenti o negli orari; l’indirizzo del vettore è l'aeroporto di partenza indicato di fronte alla prima abbreviazione del nome del vettore sul biglietto; gli scali convenuti sono quelli indicati nel biglietto o che appaiono negli orari del vettore come scali previsti nell’itinerario del passeggero; il trasporto effettuato da parte di diversi vettori consecutivi verrà considerato come singolo viaggio.
     
  5. Il vettore che emette un biglietto per le linee di un altro vettore, agisce solo in qualità di agente di quest'ultimo.
     
  6. Qualsiasi esclusione o limitazione di responsabilità del vettore si applica ed è a beneficio di agenti, dipendenti e rappresentanti del vettore e di qualsiasi persona fisica o giuridica i cui aeromobili siano utilizzati dal vettore stesso per il trasporto, compresi gli agenti, i dipendenti e rappresentanti di detta persona fisica o giuridica.
     
  7. Il bagaglio registrato verrà riconsegnato al latore dello scontrino bagaglio. Il vettore non può accettare reclami per bagagli danneggiati a meno che la persona a cui spetta la riconsegna non esponga reclamo al vettore immediatamente dopo la scoperta del danno, e, nel caso di trasporto aereo internazionale, entro i 7 giorni dal ricevimento del bagaglio. Nel caso in cui il danno sia dovuto a un ritardo di consegna la denuncia deve essere presentata entro 21 giorni dalla data di riconsegna del bagaglio. Se non viene presentato reclamo nei termini previsti, ogni azione intrapresa contro il vettore verrà ritenuta inammissibile e sarà fatta decadere. Si prega di consultare le tariffe o le condizioni di trasporto in materia di trasporto non internazionale.
     
  8. Il biglietto è valido per il trasporto per un periodo massimo di un anno dalla data di emissione, salvo diversa indicazione riportata sul biglietto, nei tariffari del vettore, o nelle condizioni del trasporto o nelle relative normative.
     
  9. Il vettore si impegna ad operare al meglio per trasportare passeggeri e bagagli con la necessaria sollecitudine. I tempi indicati negli orari o altrove non sono garantiti e non ricadono in alcun modo nel presente contratto. In caso di necessità il vettore può farsi sostituire da un altro vettore o utilizzare un diverso aeromobile, e può modificare o eliminare gli scali previsti sul biglietto. Gli orari sono soggetti a modifiche senza preavviso. Il vettore non si assume responsabilità per le coincidenze con altri voli.
     
  10. I passeggeri devono soddisfare i regolamenti di viaggio stabiliti per legge da ciascun paese, compresi i documenti necessari per l’ingresso e l’espatrio, e devono presentarsi in aeroporto entro i tempi stabiliti dal vettore o – qualora non siano indicati – in tempo per completare le procedure di partenza.
     
  11. Nessun agente o rappresentante del vettore ha l'autorità di alterare, modificare o derogare a qualsivoglia disposizione del presente contratto.
     

IL VETTORE SI RISERVA IL DIRITTO DI RIFIUTARE IL TRASPORTO DI QUALSIASI PERSONA CHE ABBIA ACQUISITO UN BIGLIETTO IN VIOLAZIONE DELLE VIGENTI LEGGI, DELLE TARIFFE DEL VETTORE, O DELLE TARIFFE, NORME O REGOLAMENTI DEL VETTORE.

IL BIGLIETTO VENDUTO È SOGGETTO ALLE REGOLE DALLA TARIFFA APPLICATA.

Per alcuni servizi abbiamo accordi con altri vettori noti come "code-share". Ciò significa che anche se si dispone di una prenotazione con Ethiopian e di un biglietto che reca il nome o il codice di designazione della compagnia aerea (ET), indicandola come vettore, un altro vettore – diverso da ET – può operare l'aeromobile. Se, nel caso di un volo in code share, Ethiopian è indicata come vettore, si applicano ugualmente le presenti Condizioni di Trasporto. In tutti i casi di voli in code share, vi informeremo sul vettore che gestisce operativamente il volo al momento della prenotazione.

Per i servizi in code share su voli gestiti da un altro vettore, Ethiopian è comunque responsabile per l’interezza del viaggio rispetto tutti gli obblighi stabiliti dal presente regolamento. Tuttavia, ogni partner di code-share segue regole autonome per i propri voli, e possono differire dalle norme dei voli gestiti direttamente da ET. Tali norme sono qui incorporate per riferimento e costituiscono parte delle presenti Condizioni di Trasporto.

Quando un partner code share di Ethiopian effettua un volo da e/o per gli Stati Uniti in cui appare codice di designazione Ethiopian “ET”, per le prolungate attese in pista verrà attuato il piano di emergenza del vettore operativo di quel volo.

Le norme operative di Ethiopian che possono differire da quelle del suo partner code share includono (ma non sono limitate a):

  1. Tempo limite per il check-in
  2. Minori non accompagnati
  3. Trasporto di animali domestici
  4. Rifiuto di trasporto
  5. Servizi di fornitura ossigeno
  6. Operatività irregolare
  7. Risarcimento per Negato Imbarco
  8. Accettazione, franchigia e responsabilità sul bagaglio

Per le norme e i regolamenti dei partner code share di Ethiopian, consultare i loro siti web o le loro agenzie.

Ethiopian comunicherà al passeggero se un volo ET viene effettuato da un altro vettore con cui vi siano accordi di code share su richiesta.

Andate al link link per ottenere la lista dei partner code share di Ethiopian.

Si avvisano i passeggeri il cui viaggio comporta una destinazione finale o uno scalo in un paese diverso da quello di origine che le normative in materia stabilite dai due trattati relativi, denominati Convenzione di Varsavia e Convenzione di Montreal, si applicano all'intero viaggio, comprese tratte interamente volate all’interno del paese di origine o in quello di destinazione del volo. Ai sensi di tali convenzioni, il vettore sarà responsabile per i danni sostenuti in caso di morte o lesioni personali di un passeggero, alla sola condizione che l'incidente che ha causato la morte o la lesione sia avvenuto a bordo dell’aeromobile o durante qualunque operazione di imbarco o sbarco.

Qualora fosse applicabile la convenzione di Varsavia, la responsabilità del vettore in caso di morte o di lesioni personali è limitata a 8.300 DSP (Diritti Speciali di Prelievo), ovvero circa $ 12.500 per passeggero (il limite sarà elevato a 16.600 DSP (circa $ 25.000) per passeggero nel caso in cui si applichi anche il Protocollo dell'Aia). Laddove si applichi la Convenzione di Montreal, per il ritardo dei passeggeri è convenuto un limite massimo di 4.694 DSP (circa $ 7.100) per passeggero, e di 113.100 DSP (circa $ 171.000) nei casi di "responsabilità diretta" per morte o lesioni personali.

Il Vettore si riserva il diritto di difendere i propri interessi in conformità alla Convenzione di Varsavia o alla Convenzione di Montreal, o ai sensi della legislazione applicabile, a seconda del singolo caso, al fine di limitare la propria responsabilità, o di esonerarsi da essa.

Per i passeggeri in viaggio da o per gli Stati Uniti, o con scali negli Stati Uniti d'America, possono trovare applicazione le condizioni della Convenzione di Varsavia o della Convenzione di Montreal, ma anche le disposizioni di particolari contratti di trasporto previste dalle tariffe stabilite in virtù di accordi tra vettori: tali disposizioni prevedono che la responsabilità di alcuni vettori, per morte o lesioni personali dei passeggeri non ecceda il limite (in caso di comprovato danno) del massimale di $ 75.000 per passeggero*, e che tale limitazione di responsabilità, sino al predetto massimale, non dipende in alcun modo dalla negligenza del vettore.

* Nota: il suddetto massimale, fissato a $ 75.000, è comprensivo di spese legali e di ogni costo sostenuto, a meno che la richiesta di risarcimento non sia presentata in uno stato che riconosca il diritto a un rimborso a parte per le spese legali e i costi sostenuti: in tali casi, il massimale sarà di $ 58.000, escluse le spese legali e i costi.

Si può altresì usufruire di una copertura aggiuntiva stipulando una polizza con una compagnia assicurativa. La polizza, in tal caso (farà fede per quanto riguarda i limiti di copertura), non sarà soggetta ad alcuna limitazione di responsabilità del vettore, né ai sensi della Convenzione di Varsavia o della Convenzione di Montreal, né ai sensi di speciali contratti di trasporto. Per ulteriori informazioni si prega di consultare la compagnia aerea o una compagnia assicurativa.

Avvertenze riguardo le limitazioni di responsabilità sul bagaglio

La responsabilità per perdite, ritardi o danni ai bagagli ha un limite fisso, a meno che non venga dichiarato in anticipo un valore più alto per il bagaglio, e in tal caso devono essere corrisposti oneri aggiuntivi. Il vettore è responsabile in caso di distruzione, perdita o danni al bagaglio registrato alla sola condizione che l'evento che ha causato la distruzione, la perdita o il deterioramento del bagaglio sia avvenuto a bordo dell'aeromobile, o in qualunque fase in cui il bagaglio era in custodia del vettore. Tuttavia, il vettore non è responsabile nella misura in cui il danno derivi da imperfezioni, qualità o anomalie proprie del bagaglio.

Per molti viaggi internazionali i danni al bagaglio, seguendo la norma della Convenzione di Varsavia, prevedono un massimale di 17 DSP (Diritti Speciali di Prelievo), ovvero circa $ 25 per chilogrammo per bagaglio registrato, con un massimale di 332 DSP (circa $ 500) a passeggero per il bagaglio non registrato. Nel caso in cui sia applicabile la Convenzione di Montreal (per casi ben comprovati) il massimale è di 1.131 DSP (circa $ 1.700) per passeggero per la distruzione, perdita, il deterioramento o ritardo di tutti i bagagli. Per il bagaglio non registrato e ammesso a bordo, il vettore potrà essere ritenuto responsabile solo in caso di una provata negligenza dello stesso vettore, dai suoi dipendenti o agenti. Per i viaggi totalmente effettuati all’interno degli Stati Uniti, le norme federali prevedono che il massimale di responsabilità del vettore per i bagagli sia almeno $ 2.800 a passeggero. Alcuni tipi di articoli possono non essere soggetti a stime di valore aggiuntive. Salvo diversamente specificato nel presente documento, i viaggi internazionali, così come definiti nella Convenzione applicabile, sono soggetti alle limitazioni di responsabilità previsti dalla Convenzione stessa.

Il Vettore si riserva il diritto di difendere i propri interessi in conformità alla Convenzione di Varsavia o alla Convenzione di Montreal, o ai sensi della legislazione applicabile, a seconda del singolo caso, al fine di limitare la propria responsabilità, o di esonerarsi da essa

Avvertenze sulle limitazioni di responsabilità di spedizioni di merce

Per molti viaggi internazionali la responsabilità per una spedizione di merce distrutta, persa, danneggiata o ritardata, la Convenzione di Varsavia può essere applicata entro il massimale di 17.00 DSP (Diritti Speciali di Prelievo), ovvero circa $ 25 per chilogrammo. Ove sia applicabile la Convenzione di Montreal, il massimale è elevato a 19 DSP, circa $ 29 per chilogrammo.

La limitazione della responsabilità del vettore in relazione all’ammontare complessivo non trova applicazione nel caso in cui il mittente, nel momento in cui il pacco è stato consegnato, abbia compilato una dichiarazione per un valore specifico e abbia pagato il supplemento richiesto. In quel caso, Ethiopian è tenuta a corrispondere un indennizzo per la distruzione, la perdita, il danneggiamento o il ritardo, fino all'ammontare del valore dichiarato a meno che non dimostri che tale somma è sia all'interesse reale del mittente alla consegna a destinazione. Tutte le richieste di indennizzo sono subordinate a una prova di valore. La Convenzione di Montreal si applica a tutti i trasporti da e verso gli Stati Uniti.

Nel bagaglio dei passeggeri non devono essere presenti i seguenti articoli:

  1. Tutti gli articoli che mettano a rischio l'aeromobile, le persone o i beni a bordo; come, ad esempio, quelli specificati nella normativa relativa alle merci pericolose compilata dall’Organizzazione dell'Aviazione Civile Internazionale (ICAO) e dall'International Air Transport Association (IATA) e nella regolamentazione del vettore (a richiesta, sono disponibili ulteriori informazioni da parte del vettore); questa lista include in particolare: l’amianto, gli esplosivi, i gas compressi, le sostanze ossidanti, radioattive o magnetizzate, infiammabili, le sostanze e gli articoli tossici o corrosivi, i liquidi o altre sostanze che possono comportare un rischio significativo per la salute, la sicurezza o i beni, se trasportate per via aerea. 
  2. Gli articoli il cui trasporto è vietato dalle leggi in vigore in ogni Stato in cui voli partono, arrivano, o su cui transitano o effettuano scali intermedi. 
  3. Gli articoli ragionevolmente considerati dal vettore come inadatti al trasporto a causa del loro peso, dimensione, odore sgradevole, configurazione o natura fragile o deperibile, caratteristiche a causa delle quali il trasporto è inopportuno per il tipo di aeromobile utilizzato. A richiesta, verranno fornite ai passeggeri tutte le informazioni su questi articoli. 
  4. Armi da fuoco e munizioni diverse da quelle destinate alla caccia o allo sport che, per essere accettate come merci o bagaglio registrato, devono essere scariche, opportunamente confezionate e con la sicura inserita. Il trasporto di munizioni è soggetto alle normative ICAO e IATA sulle merci pericolose, come indicato nel paragrafo (a) di cui sopra. 
  5. Oggetti contundenti, oggetti taglienti e particolari spray che possono essere usati come armi da difesa o di attacco. 
  6. Armi antiche, riproduzioni di armi, spade, coltelli e altre armi di questo genere. Tali articoli non possono essere trasportati in cabina in nessuna circostanza. Tuttavia, possono essere accettati come carico o bagaglio registrato, a discrezione del vettore. 

Il prezzo del biglietto può includere tasse e oneri sul trasporto aereo imposti dalle autorità governative. Le tasse e gli oneri, che possono rappresentare una parte significativa del costo del viaggio, sono inclusi nel prezzo del biglietto o indicati separatamente nella/e casella/e "TAX", sul biglietto. In alcuni casi il pagamento di certe tasse e oneri aggiuntivi può essere richiesto a parte.

Ethiopian può rifiutare il rimborso se la richiesta non viene effettuata entro un anno dalla scadenza della validità del biglietto.

I trasporti effettuati esclusivamente all'interno dell’Etiopia sono soggetti alle disposizioni del codice commerciale etiope, che limita la responsabilità del vettore per morte o lesioni personali e per la perdita o per il danno dei bagagli.

Avviso

Se un viaggio prevede una destinazione finale o uno scalo in un paese diverso dal paese di partenza, si applicheranno la Convenzione di Varsavia (e relative modifiche) o la Convenzione di Montreal a secondo del paese. La convenzione applicata regolerà (nella maggioranza dei casi) i limiti di responsabilità del vettore per morte o lesioni personali e per perdita o danneggiamento del bagaglio. Ulteriori informazioni possono essere ottenute presso il vettore.

Per tutti i trasporti internazionali a cui si applichino o la Convenzione di Varsavia o quella di Montreal, in ogni azione legale intrapresa dinanzi un Tribunale Italiano, il massimale di responsabilità ammonta a centomila (100.000) DSP (Diritti Speciali di Prelievo), come definiti dal Fondo Monetario Internazionale, convertibili nella moneta nazionale in conformità al metodo di valutazione applicato dal Fondo Monetario Internazionale.

Ciascun passeggero è responsabile di presentarsi in aeroporto in possesso di tutti i documenti di viaggio necessari, tra cui anche i visti di ingresso e i certificati di vaccinazione ove necessari.

Si prega di indicare le preferenze riguardo al posto a sedere e al tipo di pasto richiesto al momento della prenotazione del volo.

Su tutti i voli Ethiopian è vietato fumare.

Esonero di responsabilità

Queste pagine sono da intendersi a solo scopo informativo e non costituiscono un contratto. Come tali, le informazioni contenute in questo sito sono soggette a modifica con o senza preavviso. Ethiopian Airlines non si assume alcuna responsabilità riguardo a queste eventuali modifiche. Ethiopian si riserva inoltre il diritto di interpretare e applicare tali regolamenti e procedure a sua discrezione. In ciascun caso, le interpretazioni e le applicazioni Ethiopian sono da considerarsi conclusive.

Prenota un volo